Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 84
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0092
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0092
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
$4 ¥ I A G G ì

nome per una , od altra miscea ; e colui,
che l’ha pagata più cara, crede aver meglio
speso la giornata. Fu dato anche a noi po-
ter essere dei compratori in una simile oc-
casione.

Questo non è il solo commercio , ché
corre a profìtto dell’Imperadrice. Ve ne ha
di piu conslderabili assai . II riobarbaro ,
il sale , le ceneri, gran parte della cana-
pe, la metà del ferro, ia birra, le acqua-
yite vanno per conto dell’ imperadrice , o
dell’imperio, che è una cosa medesima.
Di ragion deìl’imperio sono altresì le spe-
zierie, le taverne, i bagni pubblici. La cre~
dulità del popoìo è cagione di non piccio-
lo concorso alle prime; e se le taverne non.
sono qui frequentate, coine in Inghilter-
ra, i bagni ii sono quasi altrettanto che in
Turchia .

II profitto, che da tutto ciò si ricava?
fa una parte delle rendite dell’imperio .
Un’altra parte ne fanno le dogane dei por-
tì, i peaggi fra terra, e la capitazione di
settanta copicchi circa, o sia trentacinque
soldi d’inghilterra. per testa. La paga all
erario il bojardo, o signor della terra per

ogai
loading ...