Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 85
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0093
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0093
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
tj i RussiÀ. 85

eg'ni ìnaschio de’suoi vassalli ; ed è un po-
eo più , che la metà di quanto gli rende
il servigio e l’opera del vassallo medesimo e
E' questa una smanza turchesca , e dà un
assai agevol via per avere un censo esatto
dell’imperio. Ne contano la popolazione a
diciassette milioni * detrattone le provincie
di conquista, che sorse non arrivano a un
milione ; pugno di gente per tin irnperio
assai più vasto del romano .

Un’altra via ci è ancora per avere il cen-
so ; e questa è il modo, che si tiene nel
supplir l’esercito , essendo tassata ogni pro-
vincia a fornire una recluta ogni centoven-
ticinque uomini. Sono in oltre ìe rendite
dello imperio non poco accresciute da’pro-
venti di una quantità di terre grandissima*
che appartiene alla corona , e che per le
confìscazioni già non iscema . Intantochè
computata ogni cosa, queìlo ancora che for-
niscono le provincie alie spese loro di la-
voratori di bestiami di biade formento ov-
eo e altro , quando ne abbisogni il sovra-
no ; le rendite deil’imperio si ragguagliauo
a quattordici in quindici milioni di rubli,
o sia tre milioni di lire sterline : somma

F 3

im-
loading ...