Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 120
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0128
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0128
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3 20 Y I A G G I

rimediando a’disordini della costituzione »
E in tal modo verrebbe ancora a iiorire ,
e far figura un regno per sè popolatissimo
che produce tanto grano, irrigato da un
gran fìuxne che mette al rnare, a cui non
manca che un buon governo , e la indu-
stria sua hgliuola ; un regno , che tale e
tanta hgura ha già fatta nel mondo. Ma
qualunque cosa sia per avvenire (e natu-
ralmente parlando, nieirte awerrà di tutto
questo troppi essendo coloro, che hanno
interesse di nrantenere il presente disordi-
ne), se Dairzica dipende daìla coroxra di
Polonia , si può dire, che tutto il regno
è in certo nrodo tributario di questa città
padrona delle fcci della Vistola. Quivi a
seconda del fìume fanno condurre i signo-
ri polacchi il grano, nel che consistono le
loro entrate, e lo veirdono a’Dairzicani ;
non essendo pernresso a’Polacchi il vexrder-
lo dirittamente a’forestieri, che per lo so-
lo spazio di cinque giorni durante la ire-
ra. I Danzicani lo ripongono in grandissi-
mi granai , di cui è in gran parte fabbri-
cata la città, e lo rivendono poi agli Svez-
zesi, che vi portano in cambio il loro fei>
loading ...