Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 127
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0135
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0135
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i)i Russxa. ìzy

Gonvenne cjuivi tagliare quantità dJalbe-
ri per far carrette, estrarne quantità di fa-
rine di uoinini di cavalli e di buoi, per
condurre i yiveri durante sei mesi a tra-
verso paesi, che non altro somministrano,
che foraggio per la cavalleria. Convenne
altresì fare quantità di botti per portar acqua
là, dove per giornate intere di cammino
ne è penuria.

Provvisto di ogni cosa il Munieh, uscì
di Ucrania. L’esercito marciava in uno o
in più quadrati col bagaglio, e coi viveri
nella pias;za. Altro non si vedeva intorno,
che erba e cielo, e i Tartari, che veniva-
no in più nodi ad attaccar l’esercito qua
e là.. Sguizzavano respinti da una banda;
ed ecco che poco stante cornparivano da
un’altra, e talvolta anche accerchiavano tut-
to l’esercito; tanta ne era la moltitudinea
Si opponevano a costoro i Cosacchi, e i
Dragoni, che in più squadriglie marciava-
no alle punte clel quadrato; e ad ogni ca-
so venivano sostenuti dalla fanteria, che
era in parte armata di picche, e portava
dei cavalli di Frisia, che piantati ben pre-
$to in terra tenevan luogo di trincieramen-

to t
loading ...