Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 148
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0156
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0156
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
148 y I A G G I

raise adunque iì Lasey alla fortuna, che
in tal caso diyeniva virtù ; e tosto che si
alzò il vento , mise l’esercito in una sola
schiera di fronte, marciò ardente, e a piè
asciutto tragittò feìiceraente nella Crimea »
II Munich dopo presa Oczachow nelLan-
no trentasette, e il suo ritorno in Ucra-
nia , diede gli ordini opportuni per assicu-
rar la provincia , rifar Fesercito, e racco-
gliere viveri per l’anno venturo . Aveano
contro il comune nimico ad operar di con-
certo i Russi e i Tedeschi; e stringerìo,
se possibile, tra due . Vienna, che sul
principio della estate del trentasette avea
da ogni parte ofseso i Turchi, e che ver-
so Ia fì.ne della campagna s’ era ridotta a
patir la guerra difensiva , proponeva in.
quest’anno di metter l’assedio a Vidino,
piazza frontiera snl Danubio della Bulga-
ria ; dovere Petroburgo , ad agevolare urx
tal assedio, far marciare un buon corpo
di Puissi nella Transilvania , per ehiamar©
a sè parte delle forze turche, che dalla
banda de’ Tedeschi ingrossavano più che
più; e per vie maggiormente ancora dis-
traerle, dovere il Munich, intanto che il
loading ...