Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 153
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0161
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0161
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
diRussia l53

£1 costume degli orientali_, chespiàntato tm
paese, e trasportatine altrove gli abitanti ,
ei fanno più fondamento per assrcurar la
frontiera, che sopra le migliori fortezze.

Piitenne quest'anno il Lascy in Ucrania
la gelosia, che di sè davano gli Svezzesi •.
Aveano questi di gran maneggi alla Porta,
da cui erano stati riconosciuti ainici; te-
nevano segrete conferenze in Stokolm col
ministro della corona di Francia; da Bresi
aspettavano ne’ loro porti una squadra ; in
Garlescrona non si davan da fare per ac~
crescer le lor forze navali ; aveano fatte gran.
canove di vettovaglia in Finlandia, e sotto
specie di rimutarvi i presidj, vi mandava*
no ogni dk nuove genti. II Lascy adunque
stavasi sn Ucrania, pronto ai primi moti
ad accorrere con F esercito sulla frontie-
ra verso gli Svezzesi, munita già di ogni
cosa atta a sostenere il nemico .

Con Vienna si accordò, che il Munich
dovesse in quest’anno maroiare dirittamen-
te a Coczino a traverso alla Polonia ; coa
che avrebbono i Russi patito assai ineno di-
sagio di vettovagiia, e meglio secondato i
Tedeschi in Ungheria. AIFentrar di mag-

Sio
loading ...