Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 157
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0165
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0165
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D i Russìa.

AL MEDESIMO.

Hamburgo 3o. agosto i y3gs

.1 j Effetto , che quasi immediatamente
conseguì di Crotska, fu l’assedio che po-
sero i Turchi a Belgrado . Indebolito di mol-
to l’esercìto tedesco, e ritiratosi sotto \alla
piazza, potè il Gran-visire mandare di là
del Danubio un corpo di genti, e signo-
reggiare le due rive del hurne. Tanto piùy
che distrutta da’Turchi parte di una ilot-
ta, che aveano i Tedeschi sul Danubio,
gli aveano forzati a far saltare ii rirnanen-
te in aria, per non vederla cadere in ma-
no del nìnrico. Ii corpo de’Turchi, ch©
avea passato il fìume, era tanto grosso da
dar gelosia, che egli tentasse un colpo di
mano sopra Temeswar. Perchè il Wallis?
lasciato un grosso presidio aBelgrado, pen-
sò a tragittare il Danubio, e correre alla
difesa del Bannato . Così al Gran-visire ven-
ne fatto il colpo, e gli riuscì di entrar nel-
le linee tra la Saya e il Danubio abbando-

natQ
loading ...