Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 162
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0170
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0170
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
j6a Viaggi

rimase la vittoria al Munich, il quale tro-
vò nel campo de’ Turchi quantità di mu-
nizioni da guerra e da bocca; e senza per-
der tempo marciò ad investir Coczino, che
il dì trenta se gli arrese a discrezione, es-
sendosi ritirato già a Bender l’esercito tur-
co sconfìtto dieci giorni innanzi. Di là co-
ine in trionfo prese il Mu'nich la via del
Pruth; che vendicato potè vedere, e rista-
bilito Bonore dell’armi russe guidate da lui:
e pochi dì appresso entrato in Jassy capi-
tale della Moldavia, vi depose il Gica, col-
locò nella sedia degli ospodari il Cantimi-
ro, che militava nelbesercito, con grandis-
sima festa ricevendo da' Greci in nome deì-
la Czara l’omaggio e i voti della provin-»
cia.

In mezzo a tali successi, e quando di
poche ore si può dir di cammino erano tra
loro vicini i Bussi e i Tedeschi che tene-
vano la Transilvania, ed anche si erano
qualche squadriglie cli Cosacchi lauciate si-
no nella Bulgaria, fudalNeuperg conchiu-
sa la pace sotto Belgrado. Non molto tem-
po dopo la conchiuse ancora a nome della
Czara un ministro russo, che all’ esercito

tur-
loading ...