Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 171
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0179
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0179
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
nr Russia. iji

Di Lipsia si passò al chiostro railitare dei
re di Prussia, il famoso Posdammo . vSi con-
seirva ivi quel reggimento di soldati, che
per la statura degli uoinini, si può dire il
fiore clella specie umana. Sono cotesti gi-
ganti, che , contando i soprannumerarj,
montano al numero di quattromila, cli ogni
religione e di ogni paese , Non vi ha pe-
rò tra di loro disputa alcuna, Si è trova-
to il modo di fare che gareggino soltanto
fra loro, chi fa rneglio l’esercizio, e le evo-
luzioni militari. Yedere a traverso un ve-
tro tagliato a faccette far l’esercizio a un
soìdato, e vederlo fare a costoro, egli è
tutt’uno per la giustezza del tempo, e per
la regolarità. Gli dicono occupati in trop-
pe minuzie nel maneggio delie armi; bel-
le in un giorno di nrostra, inutili a una
giornata. Autore della disciplma militare
è il principe di Anhalt ; che tanto brillò
alia battaglia di Torino. Benchè quei reg-
gimento è sempre sotto l’occhio dei padro-
ne. Egii ne è propriamente il colonnello,
come se ne intitola egli medesimo ; aven-
do egii cietto anche a noi, che avremmo
pranzato non alla tavola di un re, ma di.

un
loading ...