Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 201
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0209
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0209
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D I R U S S I A . 2Ò Ì

da non appressarvisi ; è come merlata di
roccie. Là è nn seno denominato Baja
di Alessandro, il cui nome è in orien-
te nelle bocche del popolo, quanto sia in
Francia il nome cìi Giulio Cesare: e là an-
cora è il seno diBalchan, covile de’ pirati
Turcomani. Astrabad alla punta della spiag-
gia di mezzodì porge una specie di porto
alìe bocche clel fìume Korgan. A Alemma-
rood, e a Farabad nel Mazanderano posso-
no dar sondo le navi » Langarod e EnzeL
lee sono nel Ghilano passabili rade. Baku
nel Shirvano, posto sulla spiàggia occiclen»
tale, donde i Turchi clanno il nome a que-
sto mare, è il più sicuro porto, se non è
il solo, del Caspio ; difeso da ogni yento,
arginato dalla natura contro a’marosi; cequo-
ra tuta silent. Quasi uno direbbe, che

..... r hic non fessas vincula naves
Xjlla tenent: unco non alligat anchorà morsu..

Fioriva quivi altre volte un gran traffico di
seta cruda del Ghilano; e quivi si carica
sale di rocca, zolfo, ezaffrano, per cui è
famosa Baku . Niezabacl ha un assai buon
tenitore. Derbent, porta di ferro, o la por-

tSL
loading ...