Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 213
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0221
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0221
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D I RuSSIA. 21S

asserzione, sono norai di stretLo, d’isola,
e sirnili: grosse anella di ferro, ed anco-
re, che trovansi dentro terra, fondi d’ac-
qua più bassi, che altre volte non erano,
bonificazioni varie fatte sulla marina ; e le
più decisive sono scogii, che a memoria
de’vecchi del paese, erano già a fior d’a-
cqua, ed ora hanno alzato latesta, e di pa-
recchi piedi signoreggiano il rnare.

Alcuni ci sono, a’ quali ho udito soste-
nere, che V acqua cle’ mari verso il norte
dee calare del continuo; mentre ha da ri-
crescer l’acqua de’mari posti verso ii mez-
zodì: e ciò per la ragiorie, dicon essi, del-
la forza centrifuga, che da tioi essendo mag-
giore, che in Svezia, ha anche da far ri-
correr l’acqua daila nostra banda; onde ia
terra si stiacci verso il poio, e abbia il col-
jno sotto la linea. Ma non fanno conside-
razione costoro, come ciò dovette succede-*
re da principio, quando mcominciò la ter-
ra a rotare intoruo a sò medesima; e po-
co tempo dipoi si equilibrò ogni cosa; ed
essa si conformò in quella fìgura di sferoi-
de, che costantemente ritiene.

Più sottiii di assai sono gli Svezzesi, i
loading ...