Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 258
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0266
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0266
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
&58 C ONGRESS Ó

§tre arti; e insieme con esse sia sotto qua-
Junque cielo stabilita quelia forma d’impe-
rio, con cui ti piace sopra ogni altra di
yegnare nel cuore de’mortali.

Finito ch’ebbe di parlare madama di Ja-
sy, che di quella assemblea avea già in pu-
gno l’approvazione ; madonna Beatrice con
viso composto , e matronal decoro incomin-
ciò in tal maniera:

Buona pezza di tempo io stetti in pen-
dente,

O Amore, o seme d' ogni ben fecondo,

E quel che informa, e regge, e serba il
mondo.

Buona pezza, dissi, di tempo io stetti in
pendente, qual delle due fosse il maggiore
per sè, o l’onore, che a me derivava dall’
esser io a nome d’Italia stata eletta in am-
basciadrice a Citera, ovveramente la gravez-
za clel carico, che quindi a me commesso
ne veniva. Conciossiacosachè, se lo splen-
dor dello impostomi ufizio all’ una parte so-
spingeva il dubitoso animo mio, nel ritrae-
va tosto dall’altra della debilità delle mie
forze intero e leal conoscimento : e quali


loading ...