Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 303
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0311
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0311
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
B I À M O R E. So3>

£1 ctiore noi altri Inglesi, che non si cono-
sca anche da noi l’amoroso balsamo della
yita. La sola difserenza, che corre fra noi
e le altre nazioni, si è, ché da noi non
3Ì sogliono metter tanto le cose in mostra,
le quali conosciamo di possedere : e nel fat-
to deH’amore, nonsivuole, che venga vio-
iato dagli occhi profani del pubblico ciò ch©
misteriosamente e in secreto ha da esser©
celebrato. Tal nostro costume può per ay~
ventura far credere a’ forestieri, che non
allignino tra noi quelie piante, che vi alli-
gnano soltanto chiuse e da occulto fuocp
riscaldate, e che per tutto questo non fan-
no frutta men beìle che altrove* nè meno
saporite. Se più lungo tempo aveste voi de-
gnato far dimora tra la nebbia e il fumo
di Londra, forse anche vi sareste di ciò
chiarito: ma senza dubbio più fedele avre-
ste imparato ad essere nel ricopiare le al-
trui arringhe; avreste meglio conosciuto I©
cose nostre interne, e meglio rappresenta-
to le pubbliche.
loading ...