Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 305
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0313
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0313
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
T) 1 A M O R E. 5o^

cosx fatto concetto ? Io non vi parlerò del
decano , del Mattusalemme degli amori de-
scritto dairingegnoso nostro Fontenelle, il
quale pur contava cinque anni di vita ;
non vi parlerò nè pure de’ voluminosi no-
stri amorosi romanzi, che pur sono una
allegoria, o nna immagine deiìa realità :
ma ben potrei citarvi tale innamoramen-
to , che dinanzi agli occhi di tutto Parigi
durò più di una settimana ; ed alcuno al-
tro ancora , che in questi ultimi tempi ten-
ne lo spazio di un mese intero, e qualche
giorno del susseguente . Se voi aveste per
isventura alcuna sperienza in contrario; con-
verrà dire, o che la fortuna non abbia ris-
posto al vostro merito, o che voi non ab-
biate voluto dispiegarlo tutto agli occhi fran-
cesi, onde trovare anche sra noi la costan-
za italiana . A ogni modo , e per l’onore
della nazion nostra, e per giustifìcazioii
mia, ho creduto necessaxùo scrivervi que-
ste due righe, le quali voi vorrete riceve-
re , a quel che spero, in buona parte . Yi
auguro del resto da ora innanzi con tutto
l’animo felicità maggiore ne’vostri amori,
e maggior fedeltà ne’vostri racconti.

To: YI. Y
loading ...