Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 377
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0385
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0385
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
N EREIDOLOCIA.

di coloro , che potessero trovare a ridire ,
qualmente il porsi a sedere sulla riva non
convenga a una ninfa delhacqua; e si ino-
stra con le dottrine del Gugiielmini, che,
benchè le rive de’humi sieno fatte di ter-
ra , appartengono essenziaìmente ad essi
fiumì ed all’acqua .

GAPITOLO XXV.

Degl’Hippocampi, e loro disferenti ge-
neri ; dichiarando quel luogo di Filostra-
to , dove parlando di Tetide la rappresenta
sti' ìèhplvcóV /Ceu' Ijnroxót^iTMv (tSupxaix .

CAPITOLO XXVII.

Spiegazìone di un antico monurnento,
dove in basso-rilievo vedesi scolpito il rat-
to, che fa Nettuno di una fanciulla, e di
cui non fanno parola i mitoìogi. L’Amo»
re col tridente in mano stimola i cavalli
rnarini, che hanno in groppa la fanciulla ;
e due altre se ne veggono sui lido in atto
di pregar Nettuno di restituir loro la rapi-
ta compagna. Si prova, che quella fan-
A a 5 ciulla
loading ...