Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 6) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-6]

Seite: 397
DOI Seite: 10.11588/diglit.28025#0407
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd6/0407
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
$97

ragione del silenzio che tiene il manisèsto in-
torno ad alcune tra le Nereidi principalissime ;
clelle quali nondimeno si troveranno nell’ ope~
ra molte particolarità e per così clire la isto~
ria. Perciò che si appartiene a Lisianassa da~
rannosi altri anecdoti importanti intorno aglx
amori cli questa ninfa col clio Forco , alla gelo-
sia che ne sentì Galatea, e a’ lamenti ch’ ella
ne fece con Cimatolege sua confidente . Di Ca-
lipso non si parla veramente nell’ opera, come
vorrebbe l’autore delle osservazioni : e ciò per-
chè nel mio recente sistema della Nereidologia
fondato principalmente sopra il eatalogo cli Esio-
do, il più esatto di quanti trasmessi ce ne ab-
bia 1’ antichità, per quante diligenze sieno sta-
te da me usate , non ci ho mai saputo trova-
re che di cjuesta Calipso sosse fatta menzione
di sorte alcuna. Ed io per altro dietro all’ au-
torità d’Igino e di Tibullo, ìa faccio non già
fìgliuola di Nereo , ma di Atlante : Fcecunda
jdtlantidos arva Calypsus .

Della interna struttura nè manco delle Ne-
reidi ho fatto parola , o sia della loro confor-
jnaz,ione in quanto agli organi della respirazio-
loading ...