Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 66
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0074
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0074
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
66 Pensier'ì

Sogna il guerrier le schiere ,
Le selve il cacciator ;

E sogna il pescator
Le reti e V amo .

Sopito in clolce obblio
Sogno pur io cosi
Colei che tutto il di
Sospiro e chiamo.

Non ritrova un alma forte
Che temer nell' ore estreme
La vilta di chi lo teme
Fa terribile il morir.

Non è ver che sia la morte
II peggior di tutti i mali ;
E un sollievo de’ mortali
Che son stanchi di sofsrir.

Pià bella al tempo usato
Fcm germogliar Ja vite
Le provvicle ferite
jy accorto agricoltor .

Non stiila in altra guisa
II balsamo oclorato ,

Che da una pianta incisa
Da l' arabo pastor •
loading ...