Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 72
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0080
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0080
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
f/b P E N S I £ R. t

ra per volta : il coraando clie danno aMo->
ro capitani è indiviso, assoluto, da dover-
sene poi rendere strettissimo conto . Seve-
rissiraa appo loro è la pena, e arnplissimo
il preraio : del combattere dalla lungi non
fan caso : loro uso è azzuffarsi veramente
col nemico, e fìnirlo ; morir combattendo
è una beatitudine. Con queste arti da’piu
deboli principj hanno disteso il loro impe-
rio in Asia in Europa in Asfrica, e sono
cresciuti a queli’altezza, che ha fatto tre-
mare tante volte ìa crdstianita. Guaianoi,
se colle massime de'Romani ne avessero
anche preso gli ordini e Ia disciplina i

Chi vuole aver lode di bene e corretta-
mente scrivere gli conviene camminare per
li bronchi e per gli spini della gramma-
tica k

A gloria non si va per via fiorita.

Aucun chemin de fleurs ne conduit d la gioire,

come dice la-Fontaine.

Domandato il Neutono, come avea fat-
to a trovar le grandi cose, di che per lui
si era accresciuta la scienza deH’uomo; ri-
spose, ayer fatto ciò che fatto ayrebbe tutt’

altro
loading ...