Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 98
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0106
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0106
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
9$ P E N S I E R I

fatta e la fannò tuttavia le nazioni di og~

gids.

Dove presentemente il commercio forma
la base della felicità e grandezza delle ci-
vili società, dove ora di libri sopra il conr-
mercio son piene le biblioteche, e ne è
nata la nuova scienza delP aritmetica poli-
iica , poco o nulla si legge in tal proposi-
to scritto dai Iiomàni e dai Gi eci ; e ap-
peua che si trovi ne’loro trattati di paee
nna qualche traccia deila considerazione in
che lo aveano .

Piatone al contrario lo sbandisce in com-
pagnia di Omero daila sua repubblica : e
henchè Senofonte consigli a’suoi concitta-
dini , che non debbano essere scarsi di
©noranze e di premj verso i padroni di na-
ve e i mercanti, ed abbiansi ad agevolare
i mezzi onde accrescere la ricchezza de’
particolari , come quelia che nervo divie-
jie e sorza del principato ; mostra però in
altro luogo di dubitare , se il commercio
alio stato sia giovevole o no .

II primo tentativo , ehe per impadronir-
sene con l’armi in mano fosse fatto dagli
antichi , pase clie sia la guerra intrapresa.

da
loading ...