Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 115
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0123
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0123
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
t> I V E R S I » ilS

ni> e singolarmente dalle espressioni piii
comuni delle lingue si possono arguire gli
umori dominanti delle nazioni medesime.
I Francesi per qualisicare un uomo clxe sti-
mino soglion dire ed hanno quasi sempre
in bocca, c est un homme extrémement ai-
mable; gl’Inglesi he is a very sensible man;
e glTtaliani e un uomo di garbo : segno ma-
nifesto, clxe i primi pongono 'in cima di
tutte altre cose i piaceri della conversazio-
ne e la scienza della urbanità, i secondi
la ragionevoiezza e il buon senso, e gli. ui-
timi ia compostezza nelle maniere, e Fac«
coi’tezza di condursi nella vita.

Non si potrebbe dire alla maggior parte
dei. nostri scrittori quello che dice madon-
na Laura al Petrarca :

Ma il tempo è breve e nostra voglia è
lunga ;

Però t’avvisa, eil 'tuo dir stringi e serra?

Parigi è il modello, secondo cui si go-
yernano, in quanto aile maniere alle mode
e ad ogni cosa che risguardi la vita, le pro-
yincie tutte deilaFrancia. Gli abitatori del-
la capitale denotano la Normandia la Bor-

H a go-
loading ...