Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 141
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0149
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0149
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
r> i v s n s i. i4i

Nei mari delle Indie il vento spira re-
golarmente qnasi per sei mesi continui dal-
la banda di oriente_, e per altrettanto tem-
po si volge aoccidente. Tali venti che re-
golano i viaggi dellelndie, sono detti mus-
soni, e i cambiamenti clelle mussoni sono
preceduti qua da calme, là da venti varia-
bili._, altrove da Herissimi uragani: come ap-
punto i cambiamenti clegli stati sono pre-
cecluti o dall’ozio, o dalla varietà delle set-
te, o dal furor della guerra.

Un grandissimo esempio clel meglio cbe
si potrebbe fare , e non si fa , è forse il
trascurare che fanno gli Europei 1’Affrica
in comparazione dell’America e deli’Asia.
In Asia , alla quale è cosi lunga e dislicile
la navigazione , vi hanno gli Europei degli
stabilimenti granclissimi ; ecl ivi si fa un
trafsico cla tutte le nazioni , che ingoja
grandissima parte dell’ argento che ne vie-
ne dall’ America , in cambio clel quale si
portano nelle nostre fiere clei diamanti clel-
le mossoline dei ventagli dei paraventi del-
la porcellana del tè , se si eccettuano le
spezierie , di cui hanno il monopolio gli
Olandesi. II tragitto in America non è co-
loading ...