Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 201
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0209
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0209
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
1) I V E R S I . 201.’

e ia cui storia souo divenuti materia della
letteratura europea. Per avvalorare una ta-
le opinione si potrebbe arlche mettere in
cainpo una qualche parità di costumi, che
si trova tra i Ginesi ,e i Peruviani : come
sarebbe il punire i padri per le colpe de’
figliuoli, il reputar 1’ozio come il maggio-
re di tutti i mali ch’entrar possano nella
società civile, il promuovere a tutto pote-
rel’industria delpopolo, e il tenere in ono-
re grandissimo l’agricoltura. Se non che al-
tri costumi si troveranno similmente,- che
i Peruviani ebbero comuni con altri popo-
li, de’quali non ci è tradizione nè fama
niuna che mai navigassero in America. Se-
condo lo stile de’ Giapponesi, aveano i Pe-
ruviani per massima foadamentale di stato
allevare in corte i sigliuoli de’più gran si-
gnori, tenendovegli come ostaggi della fe-
.deltà de’padri: secondo i’uso dei Turchi,
la ignoranza era il retaggio universale del
popolo: e giusta la politica de’Romani, stret-
tissima era nel Perù la militar discipli'na,
comune atutto 1’imperio esser dovea la lin-
gua della capitale; mandavano colonie nel-
le soggiogate provincie, e iasieme con l’au-

io-
loading ...