Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 202
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0210
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0210
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
202 PeNSIEPlI

tonomia lasciavano loro una immagine cK
libertà. Le navigazioni adunque de’Ginesi
in America, e non la parità de’costumi tra
essi e i Peruviani ; sono il forte dell’argo-
mento per clover credere, che da’ Cinesi
fosse disceso Manco Capac, e la schiatta
degl’Incas legislatori del Perù.

Ma di tali navigazioni antichissime appe-
na che se ne trovi qualche leggiera traccia
ne’libri, nuda di qualunque circostanza cli
qualunque accompagnamento che a un fat-
to cli tanta importanza esser possa cli qualche
lume : e chaltra parte, per quanto abili na-
vigatori possano comparire i Cinesi nelle lo-
ro vecchie croniche ; la verità si è, che nei'
tempi più vicini anoi, e più vicini alla fon-
dazione dell’impero del Perù , aveanoperdu-
to la carta clel navigare. La isola Fcrmosa
posta nelle costiere fu da esso loro discoperta
solamente nel secolo decimo quinto, e per
lunghissimo tempo dipoi ne aveano smarri-
to del tutto il cammino. Possibile che una
nazione che non ha mai cangiato modi e
costumi^ la quale ha religiosamente conser-
vato le arti tutte che cla tempi antichissi-
mi tra essa horirono^ avesse perduto la so-

la
loading ...