Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 230
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0238
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0238
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2^0 P 'E N S I E R r

meate la stessa : ed essendo per tutto sof-
toposta a’medesimi moti, deve ancora sog-
giacere a’medesimi accidenti . L’anima di
nn re , benchè posto tanto al di sopra de-
gli altri uomini, è pur soggetta alle stesse
passioni che ii popolo . E come non si tro-
vò mai re , che fosse veramente nn eroe
dinanzi a’suoi confidenti ; cosi dinanzi agli
occhi de’fiiosofi non ci è materia, per ce>
leste che sia , la quale non senta tanto o
quanto dei terreno .

Sonosi vedute in questo secolo ìe più
strane cose del inondo ; tornare una co-
mela al texnpo prognosticato con 1 a mede-
sima puntùalità , si può dire , che la iuna
si trova un certo di dei mese nel iuogo
assegnatole dall’ efemeridi ; un uomo del
pari eccellente in prosa ed in versi, nel-
lo stile fac.eto egualmente che nei grave ,
imboccare la tromba epica , caizare ii co-
turno ed ii socco , dettar lezioni di sloso-
La , ammaestrare scrivendo la storia , le-
Varsi contro la invidia in ogni genere, e
condire di spirito sino a venti e più volu-
mi ; un marcbese di Brandemburgo far
fronte egli solo clurante sei anni a tutta

Euro-
loading ...