Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 233
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0241
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0241
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
t> I V È R S I. a33

Vero sistema del mondo . Pare adunque
che , come in favor d’ Omero si riunirono
£utte le circostanze poetiche , cosi si riu-
nissero le filosofiche in favor del Neuto-
no , onde quello dovesse tenere il campo
nelie cose della fantasia , questi della ra-
gione ; quello essere il re de’poeti, questi
de’ filosofi .

Delie grandi scoperte siamo debitori il
pìù delie volte al caso , ed anclie talvolta
all’errore, cfie conduce felicemente altrui
alla verità . Delia parte che ha il caso an-
che nelie cose scientifiche mille ne sono
gli esempj , e forse il più illustre di tutti
è quello che foruisce il Galiiei . Portò giu-
sto il caso, che standosi in chiesa gli ve-
nisse veduto il moto di una lampada , le
cui ondulazioni tanto le più lunghe quan-
to le più corte si facevano in tempo ngua-
le , compensandosi la velocità del moto
colla lunghezza del cammino . Una tal for-
tuita osservazione lo mise sulle vie, che
lo condussero a trovar le proprietà e le
leggi che si osservano nei movimenti de’
corpi , tanto di quelli che cadono abban-
donati a sè medesimi , che di quelli che

cor-
loading ...