Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 246
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0254
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0254
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s4-6 Pensieri

Dal tempo della fondazione dell’accade-
mia del cimento sino a’nostri giorni non ci
è paese culto, dove sotto il titolo di acca-
demia delle scienze delVinstituto di società
reale de’curiosi, o altro consimile non sie-
lio state da’principi istituite compagnie di
uomini scienziati, il cui principal fìne è di
osservare le operazioni varie della natura,
raccogliere i più accertati fenomeni, e pro-
inovere la scienza della Jisica. Ma niun pae-
se, niun principe si avvisò ancora di fon-
dare un’accademia distoria, il cui iine fos-
se di osservare diligentemente 2,1 i stati varj
della nazione, tramandare alla posterità gli
avvertimenti con la maggior certezza, e per-
fezionare la scienza della morale e della le-
gislazione; le cprali non possono aver per
base che i fatti storici, come la fisica i fe-
nomeni naturali; e sono tanto più impor-
tanti all’uomo, quanto più importa alla fe-
licità di uno stato sapere quali sieno le mi-
gliori leggi, per isbandire dal comune la
pigrizia e accendere i cittadini neli’amor
della patria e nelie virtù, che non impor-
ta sapere con quali leggi muovono intorno
a Giove i quattro salelliti che gli fanno co-

ro-
loading ...