Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 7) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-7]

Seite: 378
DOI Seite: 10.11588/diglit.28026#0386
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd7/0386
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Lèttere sulla TRAmrz.
no , <3el Porcacchi , o dell’ Anguillara ;• xià
tampoco vi porrò a lista il Beveriai, l’U-
dine , il Ceretaai , il Guaraelli , il Giusti-
niano <ii Gandia , il Menni , il Quattroma-
ni , lo Schiappalaria , il Zoppio , iì Libur-
nio , il Filippi, il Durante , o che so io
i quali tutti insieme co’più vicini a noi,
Pallavicini , Marchetti , ed altri se ve n’
Ixa , saranno dallo stesso signor Apostolo
Zeno posti a catalogo nella elaboratissima
opei’a sua delle annotazionì al libro della
eloquenza Ituliana , che sta tuttavia com»
ponendo , e che fia per ogni numero il
più compito ruolo delfa letteraria nostra
milizia . Io vi dirò soltanto così in genei’a-
le , che quanto più di traduzìoni ho letto ,
di tanto ho io più ammirato il divino ori-
ginale , e che ho insienie più e pix'x vedu-
to qxxel detto di Ovidio intorno all’Eneide
avverai’si :

Nec legitur pars ulla magis de corpore toto,
Quam non legitimo foederejunctus amor; (1)

poichè il quartó appunto è il libro, che è

stato

4x) Trist. lib. II.
loading ...