Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 22
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0030
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0030
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Q.9. L E T T E R E S O P R A

Daila medesirna casa Sagredq due graa
quadri del Borgognone lavox’ati per quella
nobile famiglia, dalla quale fu mantenuta
quei valent’uomo per parecchj anni; ed era-
no aurjoverati tra i più bei quadri che fos-
sero in Yeriezia. L’uno di essi rappresenta
nna marcia di alcune bande di cavalleida,
ch’escono de’quarlieri in sul levar dei so-
le; l’altro una zuffa appiccata tra due eser-
citi. II fresco della mattina, che è nelì’uno,
ti morde con un brivido gentile ; e quasi
che tu oda il nitrir dei cavalli, che si ri-
sentono al dar nelle trombe : Fanimosità
poi e l’ardore che sono a maraviglia espres-
se nel forte della inischia, e nel principai
gruppo dell’altro,

..'veliLt si

lìevera pugnent, feriant, vitentque moven-
tes

Arma vìri,

fecemi spesso ricordare di quella risposta.
che uno scolaro di questo maestro fece a
non so chi, che gli diceva rivivere in es->
so lui un altro Borgognone : la disferenza

ch&
loading ...