Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 23
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0031
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0031
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA Pl'sTTJKA'. &3

che corre tra il Borgognone, e gli aìtri bat-*
taglisti è, che i soldati del Bvrgognone fan-
no da rvero, e quei degli altrì da burla .

Daila signora Teresa Negrenzi un gran
quadro di Paolo Yeronese di undici in do-
dici piedi di altezza, e di nove in dieci di
larghezza. Esso fu già nella privata galleria
del gran principe di Toscana; e di esso ii
Reggente, se avesse avuto più lunga vita,
ne avrebbe ornato la sua ; mentre iì sig.
Antonio Zanetti in nome di quel principe
ofserse per averlo sino a due mila zecchi-
ni. II soggetto del quadro è l’una delle due
famose Europe diPaolo; non quella descrit-
ta dal Ridolfi nella vita di Paolo alle pa-
gine 021. e 322. ed. di Yenezia 1648., che
apparteneva alla casa Contarini, ed ora si
vede nella sala del palagio ducale detta T
Anticoliegio, ed è di vaghissima maniera j
ma quella che alla p. 33o. è descritta con
queste parole : ed Europa che si assetia sul
dosso deli’ insidioso toro con molte donzelle
intorno ; ed è quadro grasso di colore, e
saporitissimo di tinta . Così l’una come T
altra Europa sono intagliate in acqua fort©
da jnonsieur le-Feyre inquellasua raccoltc$

B 4 delle
loading ...