Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 48
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0056
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0056
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
48

Lettere SOPK.À

A L S I G JST O R

EUSTACHIO ZANOTTl

A B O L O G N A .

J'renezia i5. maggio ly56.

M oltissimo ho di che compiacermi, chè
il mio Saggio sopra la pittura abbià dinan-
zi agli occhi vostri trovato tanto di grazia.
IJn uomo della dottrina e dell’ingegno qual
Voi siete, nato in mezzo alla pittura me-
desima, e che per essa vi adoperate tutta-
yia con la meditazione e con la penna, ha
da essere in quest’arte giudice competentis-
simo . E più non dico ; perchè parrebbe,
che in tal caso esaltando voi troppo esaltar
volessi me medesirno, e innalzar come il
piedestallo per la mia statua.

Beu vi dirò che mi è andato molto a san-
gue, che voi approvmte, essere stata da me
proposta al dotto pittore la ottica neutonia-
na, come non disutiie per li veri principj
del colorito: ed io temeva , non per avven-

tura
loading ...