Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 67
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0075
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0075
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA PlTTUUA»

G?

AL MEDESIMO

SOPRA LA PROSPETTIVA DEGLI AntICHI.

Bologna 27. ottobre i758.

D ue questionì sogliono muoversi, credu-
te egualmente importanti, intorno aìla scien-
za della musica, e intorno alla scienza pit-
torica degli antichi ; le quali scienze pajo-
no a’più magnifìcate di sovercliio da’loro
scrittori. Nella musica si dubita se gli an-
tichi avesser cognizione del contrappunto ;
e si dubita egualmente , se nella pittura
possedessero l’arte della prospettiva . Dal
non essere sino a noi pervenuta alcuna
composizione di antica mus'ica par che si
renda quasi che insolubile ìa prima quistio-
ne ; benchè tengano i migliori maestri og-
gigiorno , che il contrappunto fosse una
scienza totalmente ignota agli antichi ; e
tengano inoltre , che quando ben conosciu-
ta l’avessero, non l’avrebbon messa isii ope-
ra, come una invenzione, che quanto ser-

E -q y&
loading ...