Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 72
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0080
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0080
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
fjz Lettere sopra

yata coloro che meglio la possedevano _, co-
me Paolo Yeronese e il Tintoretto . Sic-
chè per alcuni errori, che si veggono in
alcune opere di questi due ultimi, non si
dovrebbono condannare coine digiuni di
quesla scienza ; e dagli errori, che sono
nelle opere del primo , non si debbono si-
milmente condannare i maestri suoi con-
temporanei. Talchè per recare della scien-
za prospettica degli antichi un retto giudi-
zio fondato su i. fatti medesimi, restereb-
be da desiderar cj^uello che non si potrà
ottener mai ; e ciò è di poter vedere qua-
dri deJ migliori loro maestri come veder
se ne possono molte statue e rnolte pietre
intagliate, e mercè delle quali possiam re-
care urx accertato giudizio della loro scien-
za nell’arte plastica e nell’arte anaglifica ,
e giustamente gli abbiamo in tanta ammi-
razione .
loading ...