Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 98
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0106
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0106
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E n E S O P R A

•altro non così ornato. Le cantonate_, e gli
ornarnenti delle finestre e clella porta, so-
no di pietra con bozze rustiche ; i muri di
cotto. In luogo cli frontispizj soprappongo-
no alle tìnestre del primo piano tre mani
cli pietre quadrilunghe, che vanno via via
diminuendo verso la cima ; modo, che con
bello efsetto ho visto usato dal Palladio ; e
sopra ie fìnestre del secondo piano ci pon-
godeitondi, perrompere quello spazio che
rimane tra esse e Ia cornice. Le bozze di
questo piano sono più gentiii che quelle
del primo, il quale in vece di cornice ha
nna semplice fascia. Tra questo edifìzio e
l’altro ci è di mezzo una grande strada,
la quale risponde di rincontro alla loggia
<o al colonnato del museo. Di là dalla ca-
sa rustica ci vedrà delle fabbricucce mez-
zane, come pure nell’indietro che chiude
la piazza: le quali per altro converrà tra-
mezzare con qualche pezzo, che mostri un
po’piu del signorile; ed anche ci potrà far
spuntare qua e là qualche campanile, ed ac-
cennar qualche verdurà, che nello schizzo
pur vengono adombrati. II lume è dinanzi
e da un lato : il museo resta nell’ ombra j

se
loading ...