Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 107
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0115
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0115
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LA PlTTURA. 10^

A L S 1 G N O R

GIAMBATISTA TIEPOLO

A V E N E Z I A.

Bologna 4* marzo 1760.

.t L silenzio, che da qualche tempo ho te°
nuto con lei, non ha in me punto dimi-
nuito del pregio, in che io tengo la rara
sua virtù. Quante volte non ho io chiesto
clilei, e quante volte non mi sono io ral-
iegrato, risapendo come ella arricchisce tut-
tavia ia patria nostra di novelle sue opere !
Ora ho bisogno anch’io deìl’opera sua, e
le chieggo tre o quattro settiinane per me.
Dopo Pasqua io sarò in Venezia, portando
meco una galìeria, dirò così, di quadri,
alcuni de’quali aspettano dal suo pennello
il compimento ultimo : e questi sono in gran-
dissima parte mie fantasie. Due di essi so-
no dipinti cìal Pesci a lei ben noto, per
altri quadri che ho inVenezia di sua ma-
no. Aitri quattro sono di Maurino, pitto-

re
loading ...