Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 118
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0126
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0126
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
118 Lettere sopha

giormente risaltare la nobiìtà della loggia
medesima. Dall’altro canto del quadro io
non ci fo che un piedestalìo con una ro-
vina bassa, e qualche pilone, a’ quàli fare-
mo Iegare una filuca, che potrà di poi co>
suoi remi e colla tela che la cuopre grup-
pare assai bene con detta rovina. Dal me-
desimo lato si vedrà cla iungi nel mare un
piccioio promontorio con qualche fabbrichet-
ta, e quaiehe vela nell’orizzonte, che ha
da tenere più della metà del quadro. II
lume è di dietro, e piuttosto basso; l’aria
è nuvolosa verso il mare dal lato della ro-
vina, e si rimane ìibera dall’altro Iato ; tal-
chè tra ìe colonne della loggia, là dove si
veggono sportar suori dal mascliio della ro-
tonda, campeggi un bell’ azzurro oltrama-
idno .

L’altro schizzo rappresenta un colomha-
jo ; ed ho ardito di provarmi anch’io in
tmo argomento trattato da Maurino. Esso
è compartito in due stanze; ed una mette
nell’altra per via di cinque intercoìonnj co-
rintj ? de’quali se ne veggono quattro, e
parte del quinto termina ii quadro dalla par-
te sinistra. Dl ìà dali’ultimo intercolonnio

alla
loading ...