Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 120
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0128
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0128
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
rao Lettere soprà

nistra, o mette iii un tavolato vicino alla
yoita. La seconda stanza adunque tutta il-
luminata e biauca contrappone a inaraviglia
con la prima, che resta nelio scuro, ed è
solamente in riilesso nelle parti più lonta-
ne da quella : e tanto più sarà bello il con-
trapposto, quanto ella saprà trovare di bel-
le niccbie di marmi per le colonne, e i
inuri gli farà di mattoni con qualche into-
nacatura, a ìuogo a luogo un po’sciiretta.
Per le due statue, da mettere nelle nicchie
’della prima stanza, ci vorrebbe una fem-
mina vestita, che spenga in terra una fìac-
-cola a dimostrare ii fìn delìa vita; e un
bel Mercurietto nudo, uno de’cui usfìzj sie-
no il guidare con quella misteriosa sua ver-
ga le anime de’ morti agli Elisi. Glie ne
atnando due segni; i quali gli serviran tan-
to meglio, quanto non importa far dette
statue belle ed intere. Le mando pure un
disegno, ma assai migliore, per uu sarco-
fago da porre nel prirno piano a man sini-
stra. Non è iì sarcofago di Agrlppa, che
Iio fatto dipingere a Maurino ; ma sorse non
è meri bello, ed è più pittoresco. Con es-
SO e quaiche urne di terra colta mezzo rot-

te,
loading ...