Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 147
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0155
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0155
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
tA PlTTURÀ. l4s

'sìa annunziata. II quadro è dello stile del1*
la celebre Circoncisiune che è qui alie ino-
nache del Gesù e Maria, e potrebbe fìgU'»
rare ancbe in Cento »

Mi par miH’aaai di potere essere con
voi; e di raccontarvi ciò che ho veduto di
più singolare in questo mio viaggio, e che
avrei veduto assai meglio in vostra compa-
gnia. E' grao tempo che ìo avea sopra la
coscienza di non essere inai stato a visita-
re la villa edificata in Masera per monsi-
gnor Barbaro dal Palladio, che fu ornata
di pitture da Paolo, e di stucchi dal Yit-
toria. Andai novellamente coine a scioglie-
se il voto ; e ciò fu con grandissimo mio
diietto, il quale su anche accresciuto dall’
avervi trovato due cose, di cui io non ave*
va mai udito parlare de’iniei dì. L’una so*
uo de’paesi di mano diPaolo, toccati con
molta bravura, benchè un po’secchi, e as-
sai inferiori alle teste e a’panneggiainenti
delle iìgure, onde ha ornato quel palagioj
l’altra è un tempio che potrebbe arricchi-
re una città, non che una villa. E'roton*
do di ordine corintio col suo portico dinan*
zi a modo del Panteon, e colla sua cupo*

K, 2, la,
loading ...