Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 152
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0160
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0160
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Lettere sopra

A L S I G. A B A T E

GASPERO PATRIARCHI

A VENEZIA.

Bologna 7, aprile 176.1.

Piccrox termine in yero sono i tre o quat-
tro giorni, clie vuole spendere l’amico suo
nel vedere il tesoro delle p.itture, che è
in Bologna. Ma i suoi affari non gli con-
sentono di farvi più ìunga dimoxa • e toc-
ca a noi a fargli spender bene il picciol
tempo, ch’ egli può consecrare aiìe belie
arti. Eccoie a,duncjsue senza più parole un
breve cataiogo delle più scelte pitture, cha
detta a cotesto nuovo Girupeno, non so se
211 i dica il mio genio, o il mio capriccio.

Dei Francia. fondatore della scuola bolo-
gnese, grande amico di Bafsaelìo, e mae-
stro di Marcantonio Raimondi, che così dot-
tamente intagliò ìe opere deìlo stesso Raf-
faello, basti vedere la Beata Fergine con
altri santi ch’egli ha clipinto nella cappek

k
loading ...