Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 153
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0161
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0161
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
1A P I T T TJ R A , 3 53

la Felieini in san Francesco; e un altro si--
mile quadro da lui dipinto in una cappel-
la delia stessa famiglia nella chìesa della
Misericordia. Yi vedrà del buon disegno,
una grande iinitezza dipennelio, ed anche
della grazia nelle arie di volto, e nelle at-
titudini; benchè quei quadri non sieno pa-
ragonabili a quello del suo conteinporaneo
GianBellini, che è in santo. Zaccaria, dove
ben si ravvùsano i semi del colorito e deil'’
impasto di Giorgione e di Tiziano, che uscir
doveano da quelia scuola .

Del Costa scolaro dei Francia veggasi in
san Petronio uu'altra Beata Yergine con san
Sebastiano e altri santi. Non ci è del mae-
stro nè la più lodevole opera, nè ia più
bella .

Del Bagnacavallo darà bastante idea alF
amico suo ìa sagristia di san Michele in
bosco, dove con pennello quasi veneziano
ha preso a colorire forme romane. Ma so-
pra tutto di tal maestro degna è di consh
derazione una Madonna a fresco col putti-
no in braccio, e un san Giovannino a’pie-
c^e vedesi neila piazza di san Dome«

n ico ;s
loading ...