Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 164
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0172
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0172
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
164

Lettere sopra

A L S I G N O R

ANTONIO MARIA ZANETTI

I L G I O V I N E ,

Brisighella F'oha Spada 9. giagno 1761.

No» altro certamente , che la presente
infìngardaggine e il poco ardore che si ha
per il bello , è cagione dello scadimento ,
in cui è al dì d’oggi la pittura , Surgano
dei Leoni , e non mancheranno i Rasfael-
li, vanno costoro gridando alla giornata ;
sieno i Raffaelli, e non mancheranno i
Leoni , diremo1 noi , Bisogna che la ecceL
lenza deirartefìce inviti il principe ad ac-
carezzario a rimunerarlo , Ma come si vie-
ne egli in eccellenza éd in fama ? non già
sedendo in piuma , 0 stando sotto coltre j
ma disegnando del continuo, cercando tut-»
te le disfìcoltà dell’arte , vegliando , paten-
do fame sonno e vigilia,

Multa lulit fecitque puer, sudavit et alsit ;

così
loading ...