Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 170
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0178
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0178
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Lettére sòprà

Ì70

A L S 1 G N O R

GIOVANNI MARIETTÉ

À P A R t G I .

Bolognci 1 o< giugno ijGii

Ts roppe parole eìla spende per ringraziar»
ìni del poco che ho fatto per lei. Adope-
rarsi in servigio sùo è servise iii esfetto al-
le buoné arti: e chiunque le ama verainenr
te dee proinuoverej per quanto e5sa è puo-
te, ogni suo disegno. Nobilissimo sarebbe
quello di avere esattainènte copiati i belli
nostri quadrij che non vanno in istampai
è questo sarebbé veramente un raccoglier
materialij come ella dice, perl’istoria del-
la pittura *

Ella ha incominciato da Firenze ; e tal
«onore erà ben dovuto alla cuna delle bel-
le artii Ma ella pur sa^ che non ci è an-
golò in Italia* che non sia in questo gene-
re assai riccoi Nòvellamente io feci un gi-
ro pittoresco per la Romagna : e ben le so

dire j
loading ...