Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 174
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0182
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0182
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3 74 Lettere s o p ha

accordo era di ceiito scudi la dgtira , so>*
lito prezzo di Guido . Egli mise mano al
quadro ; e non credendo che la Madon»
na stare potesse senza il Bambino glie lo
pose in braccio ; e intendeva dipoi esser
pagato per quattro JSgure. L5 altro o non.
contava il picciolo bambino per una fi-
gura , o stava fermo in sull’ accordo clie
fatto avea ; diceva in sostanza, non avere
ordinato che tre fìgure e non più, e non
volerne pagare che tre. Lungo fu il con-
trasto tra loro. Finalmente Guido, or via,
clisse vostra intenzione era di fare un pre-
sente a’Cappuccini ditrefigure: lasciate fa-
re ame; io farò loro un presente di quat-
tro fìgure, e con ciò verrà a troncarsi ogni
lite. Bello in vero fu il presente ch’ egli
fece loro; talchè non so quale altro quadra
di Guido per la composizione, scelta di for-
me, correzion di disegno, contrapposizione
di caratteri e forza di dipinto, fosse da ugua-
gliare a questo, dopo il tanto celebre suo
san Pietro che è in casa Sampieri. Io ho
dato commissione, che mi sia fedelinento
copiato da un certo Foscbini giovine faen-
tino, che dà grande speranza di sè. Ma

non.
loading ...