Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 225
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0233
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0233
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
lArchitettura. 226
A L S I G. C O N T E

DI GRISCAYALLO

SOPRAINTENDENTE DELLE FABBRICHE
DEL RE DI SARDEGNA.

Di villa 5. ottobre 1^58.

E Quando sarà, che voi diate in luce la
bella Opera vostra sopra l’architettura? GF
ìntendenti l’aspettano, e i’Italia ne ha bi-
sogno più che mai. Sorgono qua e là, non
si può negare, alcune fabbriche, che fan-
no pur fede, che non siamo rimbarbariti
del tutto: e taie gentiluomo ha tra noi, che
mostra un qualche saggio del gusto della
Grecia e delLazio, Ma che è ciò? un so-
netto petrarchesco in mezzo al seicento. E
troppo è vero, che generalmente parlando
dell’ architettura si può dir quello, che di-
ce della musica un valent’uomo; ch’ella è
il sepolcro di Cristo in mano de’cani. Anzi
egli pare, che tanto piu si studino i pro-
fessori a introdurre in quest’arte de’novel-
To: YIII. P li
loading ...