Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 251
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0259
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0259
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L* ArCHITETTUJUì 2,Si

A L S / G. C O N T E

GIROLAMO DEL POZZO

A V E R O N A.

!

Bologna 2. dicembre 1 y58.

D A lungo tempo io sono ammiratore del-
la rara sua virtù ; nè potrei esaltare tanto
che basti la perizia e la scienza ch’ ella ha
singolarmente nelle cosé dell’architettura.
Di tale sua scienza ne ho anché novella-
mente veduto un bellissimo saggio. Mi ha
il signor conte Casali comunicalo il suo
trattato ad uso di cotesta Dama inglese,
che ha formata sua stanza nellci bella ciuà
ch’ Adige bagna, e a cui ella, signor Con-
te, accresce tanto di onore. In breve vo-
lume ella ha saputo chiuder moltissime cose.

In picciol campo fai mirabil prove.

Ha creduto taluno qui, ch’ella con po-
ca ragione rtoinini cimbia (juella picciola

cur-
loading ...