Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 278
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0286
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0286
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3Lettere sopra
to tanto si ha in pregio la facciata de’Ban-
chi di disegno dei Vignola, che fa come
ala a san Petronio , in cui avendo dovuto
l’architetto conservare la poca altezza del
vecchio portico, due strade che Io tagliano
a croce, e una marmaglia di finestrelle, ch^
sopra al portico s’affacciano alla piazza, sep-
pe trovar modo di compOrne una così bel-
la e grandiosa fabbrica, che pare di getto„
E più bella ancora sarebbe, se dai voltoni
ch’ egii ha girato sopra le strade sorgessero
due torrette, come mostra il disegno. Per
essere ben legato il nuovo col vecchio, tan-
to ancora si ha in pregio la basiìica di Vi-
cenza, e il palazzetto di Griccoli, che vo-
gliono sia architettura del famoso Trissino,
ed altri una delle prime opere delPalladioj
cosa che tra le altre molte ella metterà in
chiaro nella vita di lui.

Aspettando che si faccia l’intaglio dei di-
segni di san Petronio, elìa farà il miglior
U' o che fare si possa di quelli che le man-
do del nostro architetto. Gosl si potessero
far copiar quegli altri ch’ei fece per l’Escu-
riale , come si ha dal padre Danti nella vi~
ta deiVignolaJ Ghe bel campo per un ar~

chi-
loading ...