Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 279
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0287
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0287
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
l’ ARCHITETTÙR.À.

chitetto così nobile, cl’idee così principes^
che, come era appunto il Palladio ! Ma con-
tentiamoci di ciò che si può avere, e non
andiamo dietro a quello che aver forse mai
non potremo. Ella mi adoperi pur libera-
mente in tutto che io possa al servigio suo»
Troppo il gran piacere io sempre sentirò
in far quello che tornar possa in onore al-
la nostra Italia, e in diletto agìi amatori
delle buone arti

Yostro ....

s 4
loading ...