Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 300
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0308
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0308
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3oo

Letteri sopra

A L MEDESIMO

A VESEIIi.

Bologna 1. aprile iy6o.

»^I certo, che dopo i legnami si avrebbe
a rivolgere per la utilità deli’architettura
lo studio anche aiie pietre. Un trattato di
litoiogia starebbe a rnaraviglia in fronte a
Vitruvio, con uno di xiiologia. Oitre aile
proprietà generaii deila pietra, tanto diffe-
renti per la propria sua organizzazione da
quelle del legno, si vorrebbon considerare
le proprietà particolari deile differenti spe-
cie di essa : che certamente non vi è ini-
nor differenza da pietra a pietra, che sia-
vi da legno a legno . Tra ii granito saldis-
simo, con che fabbricavano gliEgizj, e il
macigno, con che si fabbrica in Boiogna,
ci corre forse quel divario che è tra il ro-
vere e ii pioppo. L’uno in poco tempo si
sfarina, e va come in niente ; l’altro, a
guisa del diamante, pare non possa essere
consunto daiia lunghezza dei tempo. Le

pie-
loading ...