Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 306
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0314
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0314
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
5o6 LetteRe sopra

A L S I G N O R

GIOVANNI MARIETTE

A P A R I G I.

Bologna, 20. agosto 1761 *>

IjN" Rimini due pezzi ci sono di antichità
anolto ragguardevoli, amendue del tempo
di Augusto, l’arco ed il ponte : di amen-
due ne ha dato al pubblico una descrizio-
ne e i disegni il signor Antonio Temanza
architetto veneziano in un libro intitolato
Antichità di Rimini. Del ponte ne avea po-
sto i disegni anche il Palladio nell’opera
sua ; e lo qualifìca per il più bello e più
degno di considerazione, sì per la fortezza
come per il compartimento, di quanti ne
avesse veduti ; ma i suoi disegni non sono
così accurati, come sono quelli del Teman-
za. La pianta dei piloni il Palladio la po-
ne a squadra, dove per imboccare il corso
dell’acqua è un poco di sghembo. In altre
cose ancora non è esatto il Palladio ; fa pian-

tare
loading ...