Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 311
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0319
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0319
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
l’ A R C tì I T F T T tr R A . S'i £

clie vi sia una manifattipa dove si separx
il zolfo, che viene dal paese di Gesena.

Zulphure non pochum facis o Ccesena
guadagnum,

cantò nel maccaronico suo stile Merlino
Goccai : e noi potremo dire seriamente, che
atteso le condizioni dei tempi, misere per
queste parti d'Italia, la Romagna fa non
picciol guadagno col pesce col zolfo colla
canape col grano e colla majolica, a cui
nel loro paese ha dato il nome

fictilibus famosa Faventia 'vasis .

Una moderna fabbrica in Piimini molto
ragguardevole, benchè ora cìemolita in gran
parte, è ii castello Sigismondo, edihcato
da Sigismondo Malatesta verso la metà del
secolo decimoquinto. Ne fa una lunga de-
scrizione Roberto Yalturio nel suo libro de’
Jie militari, e ne porta la efsigie il Mura-
tori nel secondo tomo delle antichità itali-
che della mezza età . Trovasi nel rovescio
di un medaglione di Sigismondo Malatesta
colla leggenda intorno

V 4 CÀ-
loading ...