Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 316
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0324
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0324
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3i6 Lettere soprà

sari nella vita del niedesimo Luca e di An-
tonio Filarete. Qui lia un magnifico sepol-
cro la diva Isotta, celebre pe’versi dei poe-
ti del quattrocento, e per gli amori di Si-
gisiriondo : e (jtiivi ancora è il sepolcro del
medesimo Sigismondo, ed un altro òrnatis-
simo di bassi rilievi da lui eretto alla siià
famiglia, majoribus posterisque. La incami-
fciatura tutta di marino combacia da fronto
ii vecchio muro del tenlpio, da’fianchi ne
è distante di qualche piedi. Gira tutto dat-
torno uno stereobate, sul quale posano da
fronte quattro colonne di ordine composi-
to, che vengono a sostentare la cornice che
risalta sopra diquelle, e gira anch’essa tut-
to dattorno all’ edifìzio . Tra le colonne vol-
tano tre archij quello di mezzo più. gran-
de; ma che hanno l’imposta tutti e tre aL
la medesima altezza. I laterali sono chiusi
da gran lastre di marmo , e vengono a pian-
tarsi nello stereobate . Quello di mezzo vie-
ne sino in terra, sfonda come in una nic-
chia quadrata, in mezzo alla quale si apre
la porta del tempio con suo frontespizio.
Di qua e di là dalla cornice di essa e lun-
go gli stipiti scendono due gran festoni di

niar-
loading ...